Top
immagine articolo Venezia

Venezia è una città unica per la sua conformazione in isole e ponti. I suoi palazzi, la sua storia ed arte la rendono una delle città più affascinanti che ci siano. Io sono fortunata che in meno di mezz’ora di treno posso raggiungerla ogni volta che desidero vederla. Non ho mai dovuto pensare a fermarmi quindi il percorso che vi propongo è quello che ho fatto in una delle mie visite di un giorno ma se avete la possibilità ed il tempo allungate la vostra permanenza.

Partiamo!

PERCORSO DALLA STAZIONE SANTA LUCIA

Appena scendete dal treno ed uscite dalla stazione Santa Lucia sarete accolti dall’atmosfera della città lagunare. La fretta e la frenesia sarà dei pendolari sia studenti che lavoratori ma tutti noi altri, turisti e viaggiatori, saremo invece presi dalla curiosità e dalla voglia di scoprire cosa ci sta per offrire questa città. Chi vi arriva per la prima volta già da qui si perderà a fare foto. La prima cosa che noteremo è che non ci sono taxi, autobus o macchine ad attenderci, a Venezia si va in barca o a piedi!

PIAZZA SAN MARCO

La prima tappa è San Marco e vi consiglio di raggiungerla in vaporetto dalla stazione direzione appunto Piazza San Marco. Potrete quindi percorrere il Canal Grande, la principale via d’acqua della città, lungo il quale si affacciano alcuni dei più bei palazzi Veneziani.

Sedetevi all’esterno del vaporetto in modo da godervi meglio lo spettacolo che vi si presenterà e nel contempo per immortalare le meraviglie che incontrerete tra i quali Palazzo Cà d’Oro, Palazzo Barbarigo, Ponte di Rialto, Ponte dell’Accademia, Palazzo Grassi, Basilica di Santa Maria della Salute.

 

ESPERIENZA IN VAPORETTO

Piazza San Marco, è una delle piazze più famose del mondo. Arrivarci col vaporetto è una delle esperienze più incredibili che io abbia provato perché superata la Chiesa di Santa Maria della Salute l’imbarcazione inizia con un’ampia curva ad avvicinarsi al pontile della Piazza. In questo suo movimento avete uno spettacolo unico che si presenta ai vostri occhi: sullo sfondo a destra l’isola di San Giorgio e alla vostra sinistra Palazzo Ducale, Basilica di San Marco e il Campanile.

La Piazza con vista del Campanile

L’emozione che sale man mano che il vaporetto si avvicina per attraccare e il respiro che si fa più lento per assaporare ogni momento e lo sguardo che cerca di catturare come in un istantanea la visione. Avrete la sensazione di essere in uno dei luoghi più belli sulla terra!

LA BASILICA

Quando sono scesa e trepidante mi incamminavo alla volta della Basilica, non so come, ma mi è venuto in mente il film “La principessa Sissi” e precisamente la scena in cui Romy Schneider, che impersonava Sissi, faceva tappa a Venezia. Ed io, come lei, attraversavo emozionata la Piazza.

La piazza e la Basilica di San Marco sarebbe meglio visitarle in bassa stagione in quanto eviterete la folla e potrete ammirarle meglio e riuscire a fotografare senza fare gara con gli altri turisti per la migliore postazione.

LA TOMBA DI SAN MARCO

Particolare basilica San Marco

La Basilica che custodisce la tomba di San Marco è testimone delle influenze bizantine ed orientali di Venezia. In essa rimaniamo colpiti dalla sfarzosità dell’esterno grazie ai marmi preziosi di cui è ricoperta e per le decorazioni con sfondo dorato. La poca luminosità dell’interno invece attenua la sontuosità ma non la bellezza degli ori, dei mosaici e dei marmi policromi.

IL PALAZZO DUCALE

Accanto troviamo Palazzo Ducale, luogo di potere e governo , era la residenza del Doge, il capo della città. Merita un passaggio all’interno sia per ammirarvi le sale ed immaginare la potenza che la ricchezza delle stanze evocano sia per approfittarne delle mostre temporanee. Attualmente è allestita la mostra “Tintoretto 1519-1594” fino al 06 gennaio 2019.

IL PONTE DEI SOSPIRI

Proseguendo per Riva degli Schiavoni in direzione arsenale quando sarete sul ponte di Paglia si potrà vedere guardando sulla sinistra il famoso Ponte dei Sospiri, chiamato così perché vi passavano i condannati che venivano giudicati nel vicino Palazzo Ducale.

L’ARSENALE

Si arriva così all’Arsenale luogo in cui venivano costruiti le navi che hanno consentito a Venezia di raggiungere la sua massima espansione. Era il polo industriale della cantieristica navale dell’epoca ed è possibile visitarla. Inoltre all’Arsenale sono presenti le mostre della Biennale Arte e Architettura. Si è appena conclusa la mostra Internazionale di Architettura “Freespace” ma è già in previsione quella del 2019 dall’ 11 maggio al 24 novembre con tema “Tempi Interessanti” che sicuramente cercherò di vedere per darvi le mie impressioni.

LE GONDOLE

Venezia è famosa per le gondole, troverete lungo Canal Grande i punti dove poter imbarcarsi.

Vi avviso già che il tour sarà un po’ costoso ma penso che una volta nella vita potremo concedercelo! 

Sarete subito ripagati dallo spettacolo degli angoli che percorrerete lungo i canali più piccoli, i quali vi regaleranno una vista privilegiata su Venezia.

I vostri occhi saranno rapiti dagli scorci di eccezionale bellezza che vi faranno sentire come immersi in un quadro di Canaletto.

I MUSEI

A questo punto potete scegliere se fare tappa all’Isola di Murano oppure se visitare qualche museo. Se optate su quest’ultima scelta e siete amanti dell’arte moderna e contemporanea scegliete tra Palazzo Grassi, che ospita la Pinault Collection e mostre temporanee oppure Palazzo Venier dei Leoni sede della Collezione Peggy Guggenheim per opere d’ arte europeo ed americano del XX secolo tra i quali troveremo quelli di Klimt. Se invece volete apprezzare le opere di artisti veneziani e veneti vi suggerisco l’Accademia di Belle Arti, sede della più ricca collezione di arte veneziana e ammirerete dipinti di Canaletto, Giorgione, Tiziano e Tintoretto.

L’ISOLA DI MURANO

Se trovate una bella giornata di sole, anche se invernale, vi suggerisco al posto del tour museale di raggiungere la stazione ferroviaria per prendere il Vaporetto che vi porterà a Murano. L’isola di Murano merita di essere visitata almeno una volta perché è una piccola Venezia, come dico io un po’ più colorata. In essa ritroviamo ponti, canali ed isole. Ciò che la rende famosa è l’antica lavorazione del vetro e nel Museo del Vetro potrete scoprirne la storia, la tradizione e l’arte nella creazione di ogni singolo manufatto.

 

LE VIUZZE DI VENEZIA

Raggiungete la stazione Santa Lucia e direi che non vi pentirete se lo farete a piedi camminando tra i calli. Ci vorrà un’ora ma sappiate che vi inoltrerete nelle viuzze e assaporerete la città. Camminando vi capiterà di imboccare un calle stretto che alla fine si apre in un Campo (piazza in veneziano) con i bacari, le tipiche osterie veneziane famose per favolosi aperitivi. Provateli che sicuramente non rimarrete delusi!! Attraversate il Ponte di Rialto, il ponte più famoso di Venezia nonché il ponte dell’Accademia detto anche di legno.

Questa città mi colpisce sempre perché camminandovi ha il potere di farmi perdere la misura del tempo. Mi trasmette un senso profondo di calma, serenità ed infinito. Non ci sono semafori. Strisce pedonali. Praticamente il pedone è il padrone della città. Il ritmo dipende da te!

PICCIONI VS GABBIANI

Una citazione la meritano i piccioni, c’è chi li ama e chi no, ma indubbiamente sono gli animali per antonomasia della città. Ma vi voglio far ricredere che sono i gabbiani gli animali ai quali stare attenti, se state per addentare una pizza all’aperto vi potrà capitare che un gabbiano decida di condividere con voi il piacere del pasto!

Beh che dite del Tour che vi ho proposto? Avete già visitato Venezia e visto luoghi che vi hanno particolarmente colpito. Attendo le vostre impressioni e i vostri suggerimenti!

Lascia un commento