Top
immagine articolo capodanno

immagine articolo capodannoSiamo di nuovo arrivati a quel periodo dell’anno. Subito dopo natale tutti i tuoi amici iniziano a farti la fatidica domanda “allora cosa fai per capodanno”, “vai da qualche parte”?
Quest’anno i miei amati amici hanno battuto ogni record hanno iniziato il giro delle telefonate per organizzare a fine novembre. Per fortuna che ci pensano loro a dare un po’ di colore al grigiore della mia vita sociale invernale.
Ogni anno appena inizia il freddo, appena le giornate iniziano ad accorciarsi ed inizia a fare buio alle 16.00 io entro in letargo. Divento asociale. E’ più forte di me.

LA MIA FILOSOFIA INVERNALE

Nella stagione invernale non c’è evento che tenga. Adoro starmene in pigiama al calduccio. L’umidità, il freddo, il buio non mi attraggono. Conosco gente che ha un amore smisurato per l’inverno. Io non sono fra queste persone. Non trovo nessun input per andare a fare aperitivo fuori al freddo e al gelo. La vivo come una punizione. Non vedo nemmeno nessun margine di miglioramento perché col passare degli anni divento sempre più pigra. Non provo nemmeno più ad inventare delle scuse per giustificare i miei pacchi o bidoni (sta per dare buca, ossia, non mantenere un impegno).

La mia filosofia invernale è “Aperitivo at home ed in pigiama is the new frontiera!!!” Almeno ché non mi diate un biglietto aereo per un paese dove le temperature si aggirano intorno ai 30 gradi. Mi accontenterei anche di 20 gradi.

CAPODANNO 2018

Adesso vi farò ridere. Sapete come trascorrerò il capodanno quest’anno? Rullo di tamburi… In montagna ragazzi… si si avete capito bene…andrò in montagna!!! A San Martino di Castroza, in Trentino Alto Adige.

Adesso fratelli e sorelle africani, non so se sia una cosa che ci riguarda tutti oppure è solo una mia propensione personale, mi riferisco al fatto di non avere nessuna dimestichezza con qualsiasi cosa che abbia a che fare con neve e ghiaccio. Credo che mi ghiaccerò il sedere l’ultimo dell’anno!!! Per amore dei miei amici.

L’ultima volta che sono stata in montagna in maniera seria (Nel senso che c’era neve, ghiaccio) avevo undici anni ed ero alla settimana bianca organizzata dall’ACR del mio paese. Da allora ne è passato di tempo. Faccio presente che ho fatto anche quattro giorni nel mese di settembre, ma è tutto un’altra cosa, in quanto le temperature erano decisamente più alte. Clicca qui per leggere l’articolo in questione.

I LATI POSITIVI

I lati positivi sono in primo luogo che andrò a fare shopping perché credo di non avere nulla di adatto per affrontare le temperature rigide della montagna ed in secondo luogo riconosco l’importanza di stare con gli amici e festeggiare come si deve i successi ed insuccessi del 2018 che sta per terminare ed accogliere il nuovo anno che sta per arrivare con persone che stimi, rispetti, ami, ti vuole bene, ti valorizza e ti sostiene incondizionatamente.
Vi racconterò nel dettaglio come andrà questa mia nuova esperienza.

Nel frattempo se siete a corto di idee vi do qualche suggerimento su come trascorrere l’ultimo dell’anno. In base anche alle mie esperienze passate.

IDEE SU COME FESTEGGIARE L’ULTIMO DELL’ANNO

  • AL CALDO, viaggio nel paese d’origine: Io e la mia famiglia siamo stati in Nigeria per festeggiare sia natale che capodanno. E’ un modo per rivedere i propri famigliari e riconnettere con le proprie radici e tradizioni. E’ un viaggio abbastanza impegnativo perché è carico di significati: a livello di budget, a livello di identità ed infine a livello emotivo ed energetico. Allo stesso tempo ti arricchisce. Non è da sottovalutare il fatto che si spezza l’inverno andando al caldo. Ricordo la nostalgia che provai al mio rientro in Italia.
  • CAPITALE EUROPEA: Un viaggio in qualche capitale Europea, sarebbe da fare se si riuscisse a prenotare con mesi d’anticipo per risparmiare sui voli o hotel. Non è per tutti. Esiste anche la possibilità di trovare qualche last minute. Nel mio caso, grazie alla diaspora ho potuto risparmiare sull’alloggio grazie ai miei parenti sparsi in giro per il mondo (Italia, Inghilterra, Germania). Spesso nelle piazze è possibile assistere a dei concerti di fine anno ed ai spettacolari fuochi d’artificio. Devo ammettere che col passare degli anni vedo sempre più remoto la possibilità di stare in mezzo alla confusione di fiume di persone. Ve la consiglio se non l’avete mai fatto e se avete energia da vendere, perché è davvero un’esperienza da provare.
  • CENA A CASA DI AMICI O CHEF A DOMICILIO: Sarà per l’età ma da un paio di anni è la soluzione che più preferisco. La compagnia è ottima, è l’occasione per rivedersi e concedersi del tempo di qualità. Ci si organizza con la spesa e con la cucina per cui non si spende troppo come potrebbe essere il cenone in qualche ristorante. Se non siete fortunati come me ad avere all’interno della compagnia qualcuno con la passione della cucina ci si può affidare ad uno chef a domicilio.
  • CENE AL RISTORANTE O IN UN AGRITURISMO: Esiste la possibilità di concordare con alcuni gestori dei prezzi fissi per la cena e affitto di una sala per maggior privacy. Solitamente accade che pochi minuti prima dello scoccare della mezzanotte il locale offra un’animazione a base di musica e si finisca per aggregarsi con altri gruppi che non si conosceva, venuti anche loro a festeggiare nello stesso locale.
  • ALLE TERME: Esiste la possibilità di affittare un’area di qualche località termale per festeggiare. Alcuni gestori offrono anche il pacchetto cena.
  • LA MONTAGNA: Quest’anno sarà la mia prima volta. Me ne parlano tutti bene, ma io non ho nessuna esperienza diretta in merito. Vi terrò sicuramente aggiornati.

Che ne pensate della mia lista? Cosa mi suggerite di portare su in montagna? Avete altre idee per un capodanno esplosivo ma allo stesso tempo senza dover spendere un patrimonio? Commentate qui sotto ed iscrivetevi al nostro newsletter per ricevere i nostri contenuti.

Lascia un commento