Top
  >  Consigli di viaggio

Consigli di viaggio

In questa sezione troverete i nostri consigli di viaggi. Ossia, tutto quello che comporta l’organizzazione e la pianificazione di un viaggio. I preparativi da fare prima di partire per una destinazione. Ricerche sulla destinazione. Quali documenti servono. Se occorrono o meno effettuare delle vaccinazioni. Come pianificare ed organizzare i viaggi, lavorando full time.
Quando prendere le ferie per godere delle mete senza il pullulare dei viaggiatori in ferie. Come trovare delle offerte low cost e risparmiare sulle spese di viaggio e alloggio.

Su consigli di viaggio, troverete delle curiosità, delle informazioni utili, dei dettagli sulle località visitate. Questa categoria è una sorta di vademecum consultabile sulle cose da sapere prima di partire per qualsiasi viaggio.

Troverete dei suggerimenti su che cosa mettere in valigia per affrontare i diversi tipi di viaggio, oppure su come trascorrere alcune ricorrenze, ad esempio, Natale, Capodanno, Epifania, Carnevale, 25 aprile, Pasqua, e via dicendo.

ARTICOLO DI AMARACHI AJUZIE   I fondatori del festival ghanese Afrochella Abdul Karim Abdullah e Kenny Agyapong hanno una certa abilità nell'organizzare feste. Ai tempi del college, quando facevano parte della confraternità Sigma era diventato il loro passatempo. Terminato il college organizzare eventi nei

Italia

Penso che molti di voi prima di affrontare un viaggio ami organizzare ogni minimo dettaglio. A me capita spesso di avere la voglia irrefrenabile di partire. Il mio viaggio è stato deciso così all’improvviso come piace a me. Il pensiero è

Vi presento il mio Paese di origine per invitarvi a conoscerlo attraverso la sua storia, la sua cultura, la sua gente. Coglierete la sua grande capacità di far diventare suo qualunque cosa provenga dall’esterno adattandolo al proprio costume. Ecco il Senegal, terra della Teranga “ospitalità”. Paese dalla forma di testa di leone che sembra ruggire all’oceano Atlantico. Si trova nella punta più a ovest dell Africa. Il Senegal è composto da 14 regioni: Regione di Dakar, Regione di Diourbel, Regione di Louga, Regione di Matam, Regione di Fatick, Regione di Kaffrine, Regione di Kaolack, Regione di Kédougou, Regione di Kolda, Regione di Sédhiou, Regione di Tambacounda e Regione di Ziguinchor. La lingua ufficiale è il francese, ma accanto vi sono 6 lingue nazionali: wolof ( la più diffusa), diola, mandinga, poular, serer e soninké. Paese in cui sacro e profano convivono. Non è così chiaro il detto “ Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio”. Vi è un attenzione delle persone, qualunque ceto appartengano, al vivere bene che emerge nel buon cibo, nella musica, nell’eleganza degli abiti con i quali tutti vogliono “sansé” (intraducibile ma definirei con “esser vestiti con stile”) ma nello stesso tempo gli stessi hanno una fede viscerale verso i vari Cheikh dei Tariqa (confraternite religiose). Il Senegal offre al viaggiatore ciò che vuole: natura, mare e spiagge, arte e storia, spiritualità. Una varietà di percorsi in un piccolo territorio che non può essere esaurito con un unico viaggio. Nei miei prossimi viaggi in questo paese vi racconterò nel dettaglio i singoli luoghi che andrò ora a presentarvi. Seguitemi e spero che già da qui vi verrà voglia di prenotare subito le prossime vacanze in...Senegal!  

Premessa Ho già ribadito più volte che amo l’arte in tutte le sue manifestazioni ed al contempo ho precisato che non sono una professionista del sapere artistico. Ritengo semplicemente che avere una sensibilità artistica aiuti a cogliere meglio la bellezza dei luoghi

Francia

Non ho mai pensato di andare a Parigi. Forse non ho mai compreso veramente perché le persone rimanessero catturate dal suo fascino e la chiamassero la città dell’amore. Quindi ho deciso senza programmi di trascorrere gli ultimi giorni dell’anno 2018 in

Italia

CHE COSA FARE E VEDERE A SAN CANDIDO E DINTORNI IN QUATTRO GIORNI  Premetto che non sono mai stata amante della montagna, sostanzialmente per via delle temperature che trovo rigide. Dopo averci trascorso quattro giorni nel mese di settembre l'ho rivalutato